Fine del possibile, Firenze

Giancarlo Norese, Inattività come verità effettiva dell'uomo
Inattività come verità effettiva dell’uomo, 2016. Ph. C. Cantini

Fine del possibile. Tra l’esausto e l’esaustivo
Pratiche artistiche e filosofiche in risposta all’esaurimento del possibile

Frittelli Arte Contemporanea / Gruppo Quinto Alto, Firenze
12 novembre – 3 dicembre 2016

convegno: sabato 12 novembre, ore 16 -18
mostra: sabato 12 novembre, inaugurazione h 18
fino al 3 dicembre, lun-sab h 10-19

Il possibile inteso come progetto e apertura verso il futuro, caratterizza il modo d’essere umani. Nel campo dell’arte e della filosofia, dopo un secolo di sperimentazione e rinnovamento dei linguaggi, si può ancora creare senso e diffondere idee? L’intento di questa mostra/convegno è quello di stimolare un approfondimento delle conoscenze, senza esaurirle, mettendo a confronto in modo orizzontale alcuni punti di vista delle molteplici pratiche artistiche e filosofiche contemporanee.

“È sulla base di ciò che pare essere una ‘dominante’ del nostro tempo, vale a dire proprio il consumo incessante del possibile, che si può delineare un ambito di riflessione rivolto, tra l’altro, a mettere a fuoco una delle esigenze più sentite da parte del pensiero critico contemporaneo: riavviare cioè il discorso del possibile o saggiarne l’eredità dopo quello che sembra essere stato il suo esaurimento”. (Ubaldo Fadini)

Convegno / sabato 12 novembre, ore 16
Relatori: Ubaldo Fadini, Francesco Galluzzi, Maurizio Guerri, Katia Rossi

Mostra / vernissage sabato 12 novembre ore 18, visibile fino al 3 dicembre
Artisti: Massimo Barzagli, Paola Di Bello, Sophie Ko Chkheidze, Carlo Fei, Serena Fineschi, Francesco Lauretta, Franco Menicagli, Paolo Meoni, Giancarlo Norese, Cristina Pancini, Claudio Parrini, Olga Pavlenko, Takashi Yamashita.

Suoni
collettivo Blutwurst

Altre informazioni
Con questo convegno/mostra prende il via una serie di appuntamenti che si propongono di instaurare un dialogo intenso tra filosofi/teorici e artisti su alcuni temi la cui attualità tocca da vicino il mondo dell’arte contemporanea. Il progetto, che prevede vari incontri per tutto il 2017, un sito internet e una relativa serie di pubblicazioni dal titolo “artcarnet”, è a cura di Carlo Fei.
Il progetto generale del gruppo Quinto Alto è rivolto a una riflessione articolata e approfondita sulle modalità e sui problemi dell’esperienza contemporanea. Il confronto con le tematiche più prossime non prescinde da una rivisitazione di momenti importanti della tradizione filosofica e letteraria – anzitutto, ma non solo, del Novecento –, sottratti a una considerazione meramente scolastica e riletti invece alla luce della loro possibile attualità.

Frittelli Arte Contemporanea
via Val di Marina 15, Firenze
tel. 055 410153 / info(at)frittelliarte(dot)it

Advertisements